Presso il centro medico CFC visitano medici specializzati nelle problematiche ortopediche della mano e del polso.

Visita medica sportiva

Per il rilascio del certificato medico d’idoneità all’attività sportiva agonistica o amatoriale. 

Medicina dello sport

Presso il nostro centro potrai eseguire la visita medica sportiva per il rilascio dell'idoneità allo svolgimento dell'attività sportiva agonistica o dilettantistica.

Visite per l’idoneità alla pratica sportiva

In Italia l’attività sportiva agonistica prevede l’obbligo dell’ottenimento di una certificazione medica rilasciata esclusivamente da medici specialisti in Medicina dello Sport.

La certificazione obbligatoria per la maggior parte degli sport è di tipo B1 e prevede visita medica, acuità visiva, spirometria, esame urine, elettrocardiogramma a riposo e dopo sforzo.

L’idoneità alla pratica di un sport riveste un doppio significato, ovvero sia il consenso da parte del medico a partecipare alle competizioni previste con modalità e regole codificate nei regolamenti delle varie federazioni sportive, sia quello di allenarsi in una determinata specialità sportiva.

Si dimentica troppo spesso che gli allenamenti di preparazione alle gare espongono l’atleta ad un rischio nettamente più significativo rispetto alla gara a causa del maggior numero di ore di esposizione al rischio. La legislazione vigente prevede l’obbligo della visita medica agonistica per chiunque si tesseri per una federazione indipendentemente dal fatto che partecipi a gare o si limiti ai soli allenamenti.
Dal punto di vista cardiologico l’obbiettivo della visita di idoneità è quello tutelare la salute dell’atleta e limitare al massimo il numero di decessi di moderni eroi sportivi sul campo dei loro sogni. 

Giova ricordare che, in caso di emergenza cardiologica, vi è molto spesso un lasso di tempo estremamente ridotto per potere intervenire efficacemente e salvare così la vita dell’atleta. Possono bastare tre o quattro minuti per segnare il destino di una persona. Anche nel corso di gare ufficiali, l’ambulanza presente non sempre riesce a raggiungere l’atleta infortunato in tempo utile, senza contare che molte volte questa non è attrezzata per effettuare una rianimazione efficace.

Sottoporsi a una visita medica sportiva valida, può evidenziare problematiche cardiovascolari e consentire una diagnosi precoce può evitare problematiche anche molto serie.

Pe gli atleti che sono risultati positivi al COVID-19 (dichiarati guariti) oppure che sono stati sottoposti a isolamento domiciliare viene richiesto anche l’ecocardiogramma pertanto in fase di prenotazione è necessario segnalarlo alla segreteria che prenoterà anche l’esame aggiuntivo.

La visita sportiva per il rilascio del certificato d’idoneità alla pratica sportiva agonistica.

La Visita Medico Sportiva Agonistica è rivolta a tutti quei soggetti che praticano un’attività sportiva continuativa con un impegno fisico elevato e che spesso svolgono attività sportiva nell’ambito anche di manifestazioni e gare organizzate da Federazioni o Enti riconosciuti dal Coni.

Inoltre viene richiesta dalle società sportive per lo svolgimento delle attività di allenamento.

Nella maggioranza dei casi il certificato ha validità di 1 anno.

Per alcuni sport la validità della visita medica agonistica è di due anni. 

La visita medica sportiva agonistica prevede le seguenti valutazioni:

Al termine della visita il medico sportivo rilascerà regolare certificato.

La visita sportiva per il rilascio del certificato d’idoneità alla pratica sportiva non agonistica.

La Visita Medico Sportiva non Agonistica è rivolta a tutti quei soggetti che praticano un’attività sportiva non continuativa con limitato impegno fisico.

Inoltre viene richiesta dalle palestre e dai circoli sportivi o per l’iscrizione a corsi come la ginnastica posturale lo yoga etc..

Il certificato ha validità di 1 anno

La visita medica sportiva non agonistica prevede le seguenti valutazioni:

Al termine della visita il medico sportivo rilascerà regolare certificato.

Esami supplementari 

Esito negativo

Il medico sportivo dopo aver valutato gli esami e aver visitato il paziente può negare il rilascio del certificato e richiedere eventuali esami di approfondimento e valutare il referto in una seconda visita che dovrà svolgersi presso la nostra sede previo appuntamento in forma gratuita.

Il caso di esito negativo la struttura non risarcisce il paziente del costo della visita in quanto la prestazione è stata erogata.

Esami obbligatori supplementari in caso il paziente pratichi sport di lotta, attività subacquea, tuffi e sport che comprendono l’uso di armi da fuoco. Presso la nostra struttura non eseguiamo esami specifici come richiesti per la pratica agonistica di alcuni sport ma si svolge la prestazione medica per le pratiche agonistiche standard, pertanto, si consiglia di chiedere sempre alla società sportiva a cui si è iscritti se lo sport praticato richiede esami medici supplementari.

Il paziente che deve sottoporsi alla visita potrà portare il referto degli esami supplementari e il medico procederà con la visita dopo aver visionato gli esami.

Presso il centro è possibile effettuare il test da sforzo massimale per la valutazione del rischio cardiologico

Per chi ha compiuto 40 anni sarebbe certamente da preferire un test da sforzo massimale per la valutazione del rischio cardiologico. Questa indagine garantisce una maggiore sicurezza rispetto al test obbligatorio dell’elettrocardiogramma prima e dopo lo sforzo e permette di dedicarsi allo sport agonistico con maggiore tranquillità. Nelle sue linee guida sanitarie per esempio la Federazione Italiana Atletica Leggera raccomanda, pur in assenza di obbligo di legge, un test da sforzo massimale per tutti i tesserati che hanno superato i 40 anni.